PD

Il portale del Partito Democratico
della città di Parma

Per registrarti accedi alla sezione dedicata all'Albo degli elettori/elettrici del PD

Per iscriverti o rinnovare l'adesione al PD dell'Emilia-Romagna accedi alla sezione tesseramento

  Home |  Organismi dirigenti  |  Circoli  |  Eletti del PD  |  Link  |  Contatti  |  Trasparenza  |
Feed RSS 
  venerdi 23 agosto 2019 Partito Democratico Parma
| Elezioni politiche 2018 | Parlamentari PD di Parma | PD Comune di Parma | Regione Emilia-Romagna |
Dall'Olio (PD): "Bersani sarà il candidato di tutti, ma non trinceriamoci dietro il mero dato elettorale"

3 dicembre 2012

Pubblicato in: Primarie Nazionali 2012

Bersani ha vinto le primarie e ora Bersani sarà il candidato premier mio e di tutto il centrosinistra alle elezioni politiche, la vera partita da giocare. Il risultato è netto e non si presta a discussioni. Così come netto è stato il successo delle primarie sul piano organizzativo e della partecipazione: 3 milioni di persone al voto in entrambi i turni. Decine di migliaia di persone, che devono solo essere ringraziate, impegnate nei seggi dalla mattina alla sera per due domeniche di fila. Una grande prova di democrazia che nessun altro schieramento sarebbe in grado di mettere in campo. Il giudizio largamente positivo e l'ampio risultato non devono però portare a trascurare alcuni aspetti critici, che possono essere migliorati, e il chiaro segnale politico che emerge dalle primarie. Sul piano del metodo è indispensabile che dalle prossime votazioni, per evitare diatribe e forzature, le regole vengano stabilite con anticipo e una volta per tutte, possibilmente togliendo il secondo turno che non porta alcun valore aggiunto (soprattutto se bloccato sull'elettorato del primo turno) e costa un'enorme fatica organizzativa. Le centomila persone che sono state respinte dal voto al secondo turno non avrebbero cambiato il risultato delle pimarie. E` certo peró che molte di queste sono state perse come elettori.  
Sul piano politico non deve essere sottovalutato il significato del risultato di Renzi al primo turno: più di 1 milione di persone che hanno sostenuto la sua richiesta di rinnovamento, non solo del gruppo dirigente, ma anche della stessa proposta politica del PD. E soprattutto non deve essere disperso quel patrimonio di entusiasmo, energia, innovazione che Renzi ha saputo mobilitare, portando molte persone nuove ad avvicinarsi alla politica attiva. 
L'errore peggiore sarebbe trincerarsi dietro il mero esito elettorale, archiviare il dato politico, non capire e non fare proprie le richieste di una parte consistente di elettorato che non vota in base all'appartenenza o per contrapposizione alla "destra", ma in base alla proposta che si è capaci di mettere in campo e a dimostrazioni concrete di cambiamento e di apertura, a cominciare dalle primarie per i parlamentari e dall'applicazione della regola statutaria (a proposito di rispetto delle regole) del limite dei tre mandati. A Parma quell'errore è stato commesso, con le conseguenze che tutti conosciamo. Confido che Bersani abbia l'intelligenza politica per evitarlo e per realizzare davvero quel rinnovamento interno che da tempo promette. E' quella la strada, molto più dell'alleanza con Casini, che ci può portare a vincere le elezioni.

Nicola Dall'Olio



TAGS:
primarie 2012 | 

Bookmark and Share


Commenti: 4
Grazie Nicola!
Grazie Nicola per questa lucida analisi. Condido pienamente. In particolare credo sia utile sottolineare che anche in Italia è enormemente cresciuta la quota di elettorato che 'si sposta' senza problemi (che cioè non vota in base all'appartenenza storica e preconcetta). E' su qesto che basano la loro azione i nuovi movimenti come i 5stelle, e noi l'abbiamo sperimentato sulla nostra pelle....Lo scenario che si aprirà alle prossime elezioni nazionali credo che sarà nuovo per il nostro Paese. Per vincere bene (cioè con i numeri per governare) il nostro paritto dovrà riuscire a intercettare e a comunicare con un'ampia fetta di elettorato. Non sono sicuro che al nostro interno questa consapevolezza sia adeguatamente maturata.

Scritto da Alessandro Volta in data 8 dicembre 2012 alle 21:06
il PD è l'unica forza politica in grado di governare il Paese
Ho votato per Bersani non perchè sia contrario a rinvigorire il partito con forze ed idee nuove, ma perchè ho fiducia che Bersani sia capace di rinnovare il partito, di assumere il pesante onere di essere Presidente del Consiglio in un momento assolutamente difficile e di durata non breve. Quindi generare fiducia nei cittadini su cui più gravano i sacrifici che ancora si dovranno fare senza promettere miracoli. Non è un leader carismatico e questo è garanzia per la tenuta democratica. Renzi ha significato la presenza nel PD di una considerevole forza di rinnovamento che mi aspetto si traduca in un lavoro quotidiano di elaborazione, di organizzazione, di contatto permanente con i problemi vivi della gente. Ho una visione del lavoro nel partito ancorata ad un'esperienza in cui si dà senza pensare ai riconoscimenti, ci si batte per assumere posizioni anche di rilievo per dare di più al lavoro politico e si valorizza l'esperienza insieme alla capacità innovativa. Fare politica significa prima di tutto passione ed impegno: non sono qualità che si possano considerare a termine. Il termine di paragone deve essere sempre l'utilità per la comunità alla quale si pensa di servire.

Scritto da Franco Tegoni in data 6 dicembre 2012 alle 18:17
Rottamare non è eliminare ma passare la mano, per cui avanti così
Rottamare non è un concetto ne anagrafico ne irriguardoso e neppure una nota di biasimo verso chi lascia.
Se mai un modo per garantire che nessuno faccia della politica una professione e quindi evitargli potenziali errori ; meglio passare la mano ad altri, che sopravvivere in politica; Il rinnovamento è anche una garanzia che si da al cittadino e allo stesso politico.
Se si sa di dover passare la mano prima o poi ad altri si sa anche che altri potranno giudicare il lavoro di chi li ha preceduti e quindi abbandoneranno la convinzione che possono fare quel che vogliono, magari sbagliando .( siamo uomini e quindi potenzialmente fallibili ).
Chi ci ha preceduto ha aperto una strada , di quella teniamone conto per rilevarne i limiti e gli errori e per guardare avanti
Condivido pienamente questa voglia/necessità di rinnovamento proprio come metodo operativo salutare per il PD e per il paese.
Concordo che l'esperienza delle primarie poteva e doveva essere più aperta; avrebbe dato un senso di maggiore apertura e quindi della capacità del partito d'includere e aprire le porte anche a chi si voleva avvicinare solo con curiosità alla politica.
Un peccato che io intendo come uno di quegl'errori cui porre rimedio per crescere; non solo di numero ma in democrazia.
Comunque è stata davvero una bellissima esperienza ed ora tutti col candidato scelto, per rinnovare il paese nell’equità e nello sviluppo, ovvero in quello che Monti non è riuscito a fare.


Scritto da umberto in data 6 dicembre 2012 alle 12:59
bravo!
Sono assolutamente d'accordo!
i dati locali in alcuni comuni soprattutto sono indicativi della necessità di cambiamento. Cito soltanto quello di Soragna, paese del mitico Garbi, dove Renzi ha vinto al primo turno; ma anche Sorbolo dove Iotti è stato sindaco per 2 mandati e Renzi ha vinto sia al primo che al ballottaggio.
Non archiviamo il dato elettorale, è il cambiamento di cui a Parma e provincia abbiamo bisogno per liberarci di tutti quelli che finora hanno governato il partito in anni in cui siamo riusciti a perdere Fidenza, Salso e Parma: non basta tutto ciò?
grazie a tutti. è stato bellissimo ritrovare la nostra gente!

Scritto da Lorella in data 4 dicembre 2012 alle 11:39



Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna



Agenda Appuntamenti
« Agosto 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
    1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31


Inserisci il tuo indirizzo email nel campo sottostante e clicca il pulsante per procedere con l'iscrizione
Ricerca nel sito
»

elezioni europee 2014 feste città regione emilia-romagna congresso 2013 città salsomaggiore terme elezioni regionali 2014 primarie 2012 congresso feste 2013 gruppo parlamentari parlamentari pd parma citt? parlamentari pd di parma primarie elezioni pd gruppo pd comune di parma
 Partito Democratico Unione Prov.le di Parma - Via Treves, 2 - 43122 Parma - Tel. 0521.709411 - Fax. 0521.709488  - Privacy Policy

Il sito web di PD Parma non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto