PD

Il portale del Partito Democratico
della città di Parma

Per registrarti accedi alla sezione dedicata all'Albo degli elettori/elettrici del PD

Per iscriverti o rinnovare l'adesione al PD dell'Emilia-Romagna accedi alla sezione tesseramento

  Home |  Organismi dirigenti  |  Circoli  |  Eletti del PD  |  Link  |  Contatti  |  Trasparenza  |
Feed RSS 
  giovedi 4 marzo 2021 Partito Democratico Parma
| Elezioni politiche 2018 | Parlamentari PD di Parma | PD Comune di Parma | Regione Emilia-Romagna |
Noi stiamo con Laura. Le donne del PD a difesa della dignità delle donne e delle istituzioni democratiche.

2 febbraio 2014

Pubblicato in: Articoli PD Parma

Siamo di fronte ad una vera emergenza democratica.

Il Movimento Cinque Stelle attacca le istituzioni: dopo  il Presidente della Repubblica ed il capo del governo, si scaglia contro Laura Boldrini,  terza carica dello Stato, cui viene riservata - in quanto donna - una aggiuntiva, becera e terrificante aggressione sessista, con una vera e propria istigazione alla violenza sulla persona e su ciò che essa rappresenta.

Non ci fermiamo allo sdegno e alla solidarietà.

Vogliamo reagire tutte insieme per difendere il rispetto e la dignità delle donne e delle istituzioni democratiche.

Facciamo nostro e rilanciamo l’appello della stessa Boldrini a tutti i gruppi parlamentari, affinché chi fa politica  segua la strada del rispetto reciproco – anzitutto personale -  e del confronto con l’altro, pilastri della democrazia su cui si fonda il nostro Paese.

Rifiutiamo con forza la cultura dell’intimidazione e della denigrazione dell’avversario politico, visto per l’ennesima volta come un “nemico” da abbattere. È una cultura che non ci appartiene, che non parla il linguaggio della democrazia ma solo quello della violenza e dell’aggressione a buon mercato, soprattutto se l’avversario è una donna.

Invitiamo a condannare con decisione questi atteggiamenti, che non possono e non devono essere derubricati ad eccessi goliardici poiché sono il sintomo di una profonda incapacità di confronto democratico attuata attraverso la negazione di qualsiasi tipo di riconoscimento dell’avversario politico, con l’aggravante di  fare leva su un arcaico ed inquietante machismo che umilia e ridicolizza per primi gli uomini che lo praticano.

Proprio dagli uomini che non si sentono rappresentati da tale machismo ci
aspettiamo un impegno deciso per privare di ogni indulgenza i responsabili di tali bassezze.

Per questo invitiamo con convinzione tutte le persone che lo vorranno a diffondere e sottoscrivere questo appello.


Manuela Amoretti, Caterina Bonetti, Anna Cagnolati, Ilaria Calunga, Michela Canova, Stefania Contesini, Lorenza Dodi, Emma Iovino, Patrizia Maestri, Carla Mantelli, Lucia Mirti, Carmen Motta, Albertina Soliani, Angela Zanichelli



Bookmark and Share


Commenti: 81
Anch'io sto con Laura
Voglio unirmi a Voi ed esprimere il mio sdegno e la mia delusione per quanto accaduto.
Reputo molto grave e vergognoso questo attacco alle istituzioni e a Laura come donna.
Mi rattrista pensare che il nostro scenario politico oggi sia caratterizzato dalla presenza di persone che, anzichè dare a tutti noi un esempio di serietà, correttezza e rispetto delle istituzioni e delle persone, sono aggressive e istigano addirittura alla violenza.
Bisogna vigilare sulla democrazia, perchè penso che sia molto a rischio.
Per questo motivo condivido pienamente e sottoscrivo con convinzione l'appello.
Elisa Erasmi

Scritto da Elisa Erasmi in data 12 febbraio 2014 alle 13:34
Noi stiamo con Laura
Basta con queste espressioni di odio. Invio tutta la mia solidarietà a Laura Boldrini che, bisogna ricordare, sta lavorando anche per tutti quelli che stanno a casa a fare i propri interessi invece di impegnarsi.

Scritto da Maria Gabriella Andreoli in data 10 febbraio 2014 alle 18:17
Sto con Laura
Vergogna, avvilimento, delusione... non si sa più che dire...

Scritto da Rosella Arata in data 8 febbraio 2014 alle 15:00
I toni della politica in un paese europeo
Il nostro paese è stimato per le tradizioni culturali, l'arte e la sua civiltà ma ora si assiste a spettacoli che sono nocivi per la fama della classe politica e della nazione. Il rispetto delle donne vige ovunque nei paesi civili e moderni ora il movimento 5 Stelle trasforma il dialogo e il dibattito in un occasione per scatenare risse e lanciare insulti alle donne del PD e alla Boldrini. Un comportamento non razionale e adeguato all'ambiente. Il rispetto delle istituzioni e delle donne deve essere prioritario per i nostri rappresentanti essi devono essere esempi di educazione e gentilezza per il popolo e per i cittadini dell'Europa, le nostre sedute parlamentari sono ora oggetto di critiche planetarie. La BOLDRINI dimostra con il suo comportamento una superiore imperturbabilità che fa onore a noi donne.
La sua reazione è giusta si deve riportare la calma nel Parlamento.
Forza tutte le donne ti sono vicine.


Scritto da Anna Maria Campanale in data 7 febbraio 2014 alle 2:48
Appello delle donne del PD di Parma
E da troppo tempo che la politica purtroppo vive di insulti
e non c'è più rispetto di chi la pensa diversamente.
Per certi versi la prima repubblica era sicuramente meglio.
Saluti Angelo Vasini.


Scritto da Angelo Vasini in data 6 febbraio 2014 alle 13:29
SOTTOSCRIVO
SOTTOSCRIVO

Scritto da Martina in data 6 febbraio 2014 alle 12:21
troppa tolleranza !
Questi personaggi dei 5 stelle... che dovrebbe lavorare in Parlamento in realtà se ne approfittano e danno queste prove di "forza", mostrando davvero il loro pensiero settario e violento. C'è troppa tolleranza nei loro confronti quasi fosse folklore ma non è così, è violenza vera e propria. Quindi solidarietà a tutte le donne, a Laura Boldrini e alle nostre parlamentari del PD che debbono sopportare costoro, magari facciamo in modo di ripristinare anche un pò di "servizio d'ordine" per proteggerci concretamente!!

Scritto da Stefano in data 6 febbraio 2014 alle 10:59
solidarietà


esprimo la mia solidarietà a Laura Boldrini come donna e come sostenitrice del P:D:

Paola Guastalla

Scritto da paola guastalla in data 6 febbraio 2014 alle 9:19
Il coraggio del confronto
Laura Boldrini: una delle tante persone che nel nostro paese, senza darsi un tono, senza far cadere le cose dall'alto, svolge, come ha sempre svolto, il suo lavoro con correttezza e professionalità. In democrazia si devono sempre ammettere e tollerare le critiche, anche se provenienti da chi vuole solo distruggere e non ha il coraggio di confrontarsi con gli alti... di guardali in faccia e non di esprimersi solo sulla rete, dove tutti sono forti e tutti sono bravi. Ma la democrazia non può ammettere l'insulto. Vorrei esprimere solidarietà, come detto, nei confronti della presidente Boldrini, ma anche del Presidente Napolitano che da sempre cerca il bene della nostra Italia. Ci vogliono pazienza e coraggio per fare politica, ci vogliono rispetto e determinazione. Credo che Laura Boldrini e Giorgio Napolitano siano per tutti un esempio proprio di ciò.

Scritto da matteo in data 5 febbraio 2014 alle 21:56
Anch'io sto con Laura
Esprimo tutta la mia solidarietà e sostegno a Laura Boldrini: sono profondamente indignata e offesa come donna e come cittadina per il violento maschilismo,l'arrogante mancanza di rispetto, la stupida ignoranza con cui è stata attaccata. Che tristezza poi pensare che ai govani, già così penalizzati nella costruzione concreta del loro futuro ,vengano proposti sul piano civile, politico e culturale esempi e modelli di questo genere!

Scritto da Luciana Talignani in data 5 febbraio 2014 alle 21:03
Io sto con Laura
Quando non si hanno i contenuti si insulta

Scritto da Claudia Morelli in data 5 febbraio 2014 alle 20:25
basta con la violenza alle donne
e' legittimo contestare l'operato delle persone, è incivile metterle in ridicolo ed offenderle perché donne.
Nell'esercizio delle sue funzioni istituzionali lei agisce per l'Italia , prenderla in giro è come ridicolizzare il nostro pese

Scritto da papani giovanni in data 5 febbraio 2014 alle 18:35
Sto con Laura
Penso che il comportamento di Grillo e dei grillini, prima ancora che machismo, sia deficiente, nel senso etimologico del termine, cioè dal latino "deficere" = mancare, mancante di qualcosa (in questo caso tante cose!)
E questo lo pensano anche mio padre e mia madre che, mio caro Grillo, pur non sapendo usare "la rete", sono pur sempre cittadini italiani, che pagano anche le tasse.

Scritto da Barbara Ghidini in data 5 febbraio 2014 alle 14:13
dignità umana
Siamo stanche e stanchi che il più fondamentale dei diritti umani, la dignità, venga sistematicamente e platealmente calpestata. Il linguaggio ed i modi della politica non possono che ripartire dal rispetto della persona.

Scritto da Veronica Federico in data 5 febbraio 2014 alle 9:42
sto con Laura.
Tutta la mia solidarietà a Laura, a tutte le deputate del PD, a Daria. Sono davvero schifata dal comportamento che questi brutti energumeni hanno manifestato con gesti da squadrismo fascista violentando con parole e gesti indegni sia le istituzioni sia chi li rappresenta, sia la dignità delle donne. Io sto con Laura!

Scritto da Giuliana Rossi in data 5 febbraio 2014 alle 9:05
con Laura e con tutte le donne
Sono pienamente daccordo, sempre lotta alla violenza.
Un appello ai Media : dare voce a chi all'interno del M5S non è daccordo. Qualcuno pare ci sia!!!! . Non mandare in continuazione le scene violente e i commenti dei deputati 5Stelle(IERI) , perchè , purtroppo c'è anche chi si "CARICA".

Scritto da Stefania Botti in data 5 febbraio 2014 alle 8:03
La Mia Italia
Condanno assolutamente certi comportamenti specialmente se vengono da persone che devono rappresentarci, ma non posso fare a meno di pensare che sono stati milioni di italiani a volere in Parlamento il M5stelle e mi domando, ogni giorno, dove vogliamo portare questa nostra Italia!!!!!!!!!!!!

Scritto da Enrica in data 5 febbraio 2014 alle 6:06
Violenza Vergognosa
Confermo e sottoscrivo! Atteggiamenti vergognosi!

Scritto da Donatella in data 5 febbraio 2014 alle 0:31
Sto con Laura
con chi vuole una società più civile

Scritto da nadia dalla chiesa in data 4 febbraio 2014 alle 22:22
SIGNORA
COME POTREI NON SOTTOSCRIVERE

Scritto da JANE in data 4 febbraio 2014 alle 21:41
Basta
Siamo nauseati da questo continuo attacco a chi non la" pensa" come te, solo con l'unità e la solidarietà si può cambiare questo andazzo, basta mantenere squallidi figuri che non hanno alcuna capacità propositiva.

Scritto da franco e claudia chittolini in data 4 febbraio 2014 alle 20:46
Dott.
La critica sistematica senza l'ombra di un'ipotesi costruttiva, la demonizzazione di avversari e colleghi di movimento "dissidenti", il disprezzo per le istituzioni fondamentali della nostra democrazia, il consenso che tale populismo trova tra le vittime più disperate di questa crisi come i lavoratori Electrolux, sono tutti sintomi gravi di una guerra non tanto alla CASTA dei nostri politici, quanto piuttosto alle nostre libertà democratiche fondamentali. Il momento è estremamente grave e fa da contraltare al diffuso sentimento di riscossa della destra Berlusconiana che sta recuperando consensi anche tra gli ex "traditori".
In mezzo ci siamo noi autentici democratici che da tempo auspicavano un rinnovamento nel PD per fermare emorragia dei consensi. Oggi punto tutto su Renzi, ma la sua responsabilità, spero se ne renda conto, è immane. Stringiamoci attorno a lui per rinnovare REALMENTE e RADICALMENTE partito e Paese.

Scritto da Giovanni La Grasta in data 4 febbraio 2014 alle 20:06
che vergogna!
Nessuno pensa che il comportamento degli adulti è di esempio alle generazioni più giovani?
Cosa trasmettiamo? Che la libertà è sempre e solo far valere la propria posizione anche con la forza o calpestando la dignità altrui?
Non posso pensare che tutti quelli che hanno votato M5S siano pienamente d'accordo con questo atteggiamento.

Scritto da Alessandra in data 4 febbraio 2014 alle 19:40
Solidarietà a Laura Boldrini
Quello che ci si aspetta da chi siede in parlamento (a qualunque schieramento appartenga) è la volontà di dialogo, il rispetto delle istituzioni e delle persone.
Rispetto che deve essere ancora più convinto se si tratta di un avversario politico.
Rispetto che deve essere assoluto quando si tratta di figure istituzionali.
E' legittimo manifestare il proprio dissenso ma ci sono modi legittimi e opportuni di farlo, altrimenti poi si finisce per legittimare quelli che cercano di sparare ai politici, il cui unico errore (si dice) è stato di aver colpito un carabiniere.

Scritto da Paolo in data 4 febbraio 2014 alle 19:32
Sto con Laura Boldrini.
La violenza non si coniuga con la ragione. E il sonno della ragione genera mostri.

Scritto da Giovanni Catalano in data 4 febbraio 2014 alle 19:28
Solidarietà
Oltre a dare la completa e totale solidarietà a Laura Boldrini e anche a Daria Bignardi, esprimo meraviglia sul fatto che le deputate del movimento 5 stelle non siano insorte di fronte a questa barbarie!!!!!!

Scritto da Giuseppe in data 4 febbraio 2014 alle 19:11
sig.a
Purtroppo non si può fare una legge contro gli idioti (di ogni genere e colore), ma rispolverare il buon vecchio reato di vilipendio delle istituzioni sì.

Scritto da carla maria gnappi in data 4 febbraio 2014 alle 18:45
solidali con la Boldrini
Sono completamente d'accordo con l'appello e lo sottoscrivo Valerio

Scritto da Valerio Cervetti in data 4 febbraio 2014 alle 17:46
tutti con laura
anche gli uomini che si credono tali sono con te laura. forzalaura avanti così che li mettiamo in riga questi fasciogrilli che hai alla camera, insieme ai suoi capi. comici che non fanno ridere

Scritto da giovanni nazzari in data 4 febbraio 2014 alle 17:46
Per tornare ad una politica civile e civica
Anche in rappresentanza della Sezione Colorno e Bassa Est Parmense di Italia Nostra, esprimo solidarietà alla Presidente della Camera, Laura Boldrini.
La politica deve tornare rapidamente ad un confronto civile
nell'interesse superiore dell'Italia e dei Cittadini italiani.
Tutti noi, nessuno escluso, dobbiamo fare uno sforzo in questo senso, per noi e per i nostri figli, come giustamente ha ricordato il Sindaco di Parma, tra gli altri.

Scritto da Alberto Padovani in data 4 febbraio 2014 alle 17:21
sempre democratici
con Laura Boldrini senza se e senza ma

Scritto da bernardo degiovanni in data 4 febbraio 2014 alle 17:00
violenza dilagante
davvero dobbiamo tutti indignarci ma anche schierarci contro questa violenza gratuita contro le donne, ancor più se messa in atto all'interno delle istituzioni.

Scritto da RITA BUZZI in data 4 febbraio 2014 alle 16:57
per non doverci vergognare poi
Per non doverci vergognare poi non tacciamo ora; chiamiamo le cose che stanno accadendo con il loro nome e facciamo scudo contro la banale prassi di un andazzo politico che vuole contrabbandare la trivialità con libertà di espressione e la aggressione personale come mezzo per marcare il proprio posto in politica, riandando a mettere al centro del nostro agire i valori che sono stati alla base del sofferto cammino della conquista del vivere in comune delle nostra civiltà e difendiamoli a faccia schietta perchè sono gli unici che possono possono essere,ancora una volta, alla base di una ricostruzione morale e materiale di una società che sta annegando in un indistinto e amorale qualunquismo.

Scritto da Alberto Copercini in data 4 febbraio 2014 alle 16:54
Basilare democrazia e basilare civiltà.
Dirigere affermazioni d'un certo tipo ad una donna in politica come la Ministro Laura Boldrini non tiene conto del riconoscimento dovuto ad una persona che svolge l'attività politica-m'è sempre parso-per civiltà ed ideale. Da uomo, mi prendo l'impegno di prevenire che tale atteggiamento si perpetri nella vita di comunità.

Scritto da Pecorari Davide in data 4 febbraio 2014 alle 16:50
Noi stiamo con Laura
Condivido e sottoscrivo l'appello.


Scritto da Mariagrazia Ziliotti in data 4 febbraio 2014 alle 16:44
DIPLOMA IN LINGUE.
ANCH'IO STO' CON LAURA!!! HA TUTTO IL MIO APPOGGIO!!CERCHIAMO DI NON TORNARE AI TEMPI DELLE CAMICIE NERE!!! GRILLO E' UGUALE A LORO!!! MONICA MATTANA.

Scritto da MONICA MATTANA. in data 4 febbraio 2014 alle 16:11
Noi stiamo con Laura
Concordo con l'appello e sottoscrivo.

Scritto da Giovanni Ronchini in data 4 febbraio 2014 alle 16:00
sottoscrivo
Viva LAURA

Scritto da sara in data 4 febbraio 2014 alle 15:54
dirigente medico
La mia preoccupazione è che vengano minimizzati certi comportamenti. Al contrario vanno enfatizzati, perchè siano sempre più isolati e soli i fascisti, gli ignoranti ed i politicamente deficienti.

Scritto da Raffaele D'Ippolito in data 4 febbraio 2014 alle 15:49
con Laura Boldrini
solidarietà e sostegno senza alcuna riserva !

Scritto da LUCIANO MAZZONI in data 4 febbraio 2014 alle 15:39
massaia

Nel sentire quelle frasi, che tanto mi ricordano il fascismo, sono stata percorsa
da brivid; i quali mi hanno riportato a vecchia memoria.i

Scritto da Lucia Marchesi in data 4 febbraio 2014 alle 15:06
Consigliere comunale
Sottoscrivo l'appello perchè credo sia inutile approvare leggi contro la violenza alle donne e poi assistere a questi comportamenti nei luoghi istituzionali e sul web. Pertini diceva che il miglior insegnamento per le nuove generazioni è l'esempio ..... non aggiungo altro.

Scritto da Giancarla Colla in data 4 febbraio 2014 alle 15:04
NO alla violenza verbale (e ovviamente fisica!)
NO alla violenza verbale. NO alla violenza fisica e verbale contro le donne. SI a una nuova etica nell'uso delle parole. SI' a una rete libera ma rispettosa della dignità delle persone.

Scritto da sandro campanini in data 4 febbraio 2014 alle 15:04
Io sto con Laura.
Soprattutto sto con le persone civili.

Scritto da Guglielmina Gnappi in data 4 febbraio 2014 alle 15:04
Il nuovo che avanza...
...mi ricorda tristemente un ventennio del secolo scorso. Questi attacchi sono inaccettabili e come uomo mi sento chiamato in prima persona a difendere la dignità del nostro presidente della Camera e di tutte le donne.

Scritto da Marco Rozzi in data 4 febbraio 2014 alle 14:54
io sto con Laura
Le istituzioni e le persone vanno rispettate,facciamoci sentire più spesso!

Scritto da Francesca in data 4 febbraio 2014 alle 14:54
Sto con Laura
e con tutte le donne offese dal maschilismo becero

Scritto da Angela Roda in data 4 febbraio 2014 alle 14:52
appello
davvero basta con queste discriminazioni

Scritto da massimo in data 4 febbraio 2014 alle 14:50
solidarietà a Laura Bboldrini
Sono perfettamente d'accordo con quanto hanno scritto le Donne del PD.
Coraggio Laura. Siamo con te per sostenere la tua dignità. Sei grande. Tutte insieme siamo forti.
Clementina Balocchi

Scritto da Clementina Balocchi in data 4 febbraio 2014 alle 14:49
Adesrisco
Confermo e sottoscrivo l'appello

Scritto da Maria Luisa Capra in data 4 febbraio 2014 alle 14:36
pensionato
La più biega forma di squadrismo e di maschilismo per impedire la democrazia. Sarebbe ora di prendere iniziative avendo già passato, con il fascismo, un periodo simile.
In questo momento l'Italia non ha bisogno di certa gente ripugnante.

Scritto da Paolo Guercini in data 4 febbraio 2014 alle 14:33
Sto con Laura
Piena solidarietà alla Presidente della Camera dei Deputati

Scritto da Pier Paolo Chiapponi in data 4 febbraio 2014 alle 14:31
vergogna!
Vergogna a chi pensa che l'intimidazione sia un metodo per far valere le proprie opinioni! Vergogna a chi degrada il nostro Parlamento con la sua presenza, a chi usa la "rete"per esprimere nefandezze che non offendono solo le donne, ma il vivere civile...

Scritto da Nicoletta Fanzini in data 4 febbraio 2014 alle 14:28
vergogna!
Vergogna a chi pensa che l'intimidazione sia un metodo per far valere le proprie opinioni! Vergogna a chi degrada il nostro Parlamento con la sua presenza, a chi usa la "rete"per esprimere nefandezze che non offendono solo le donne, ma il vivere civile...

Scritto da Nicoletta Fanzini in data 4 febbraio 2014 alle 14:28
Il 5 Stelle non rispetta le regole della democrazia
Sono solidale con il Presidente Laura Boldrini, il movimento 5 Stelle non rispetta le regole della democrazia e quello è uno dei motivi per cui Matteo Renzi è stato costretto ad accordarsi con Forza Italia per eliminare il Porcellum.
Grazie

Scritto da giuseppe orlandini in data 4 febbraio 2014 alle 14:26
i pagliacci non pagano dazio
E' veramente inaudito che per giustificare questo imbarbarimento di rapporti i pagliacci siano scesi in campo e per giustificare questo comportamento si siano serviti a giustifica di una disabile che sventola bandierine facendo sorrisini. Questo è veramente il massimo dell'irriverenza ed è inutile che indorino le pillole!

Scritto da cristina in data 4 febbraio 2014 alle 14:23
Anch'io sto con Laura
Contro un attacco eversivo e sessista di stampo prettamente fascista.
Sandra Montelli
Vice Sindaco - Comune di Borgotaro

Scritto da Sandra Montelli in data 4 febbraio 2014 alle 14:18
Anch'io sto con Laura
Innanzitutto grazie a tutte e a tutti coloro che vorranno unirsi a questa iniziativa che non difende solo il Presidente della Camera dei deputati, ma soprattutto tutte le donne che si impegnano per questo paese.
L'attacco subìto da Laura Boldrini non è che l'ennesima dimostrazione dell'incapacità politica del M5S, che non essendo in grado di gestire la propria posizione politica all'interno delle regole democratiche pensa di esautorarle con la denigrazione della persona, lasciando libero sfogo agli istinti più animaleschi ed indegni di essere umano pensante.
Purtroppo, però, ci dice anche quanta strada ancora deve fare una parte del mondo maschile di questo paese che continua a ridurre l'idea dell'impegno femminile ad una questione di "relazione sessuale" (per usare parole gentili) e che pensa di usare lo stupro come strumento di potere e controllo.
Ciò che è seguito negli insulti rivolti alle deputate PD dovrebbe indignare qualsiasi donna e far vergognare qualsiasi uomo.
Tutto ciò per dirvi che anch'io STO CON LAURA per difendere con lei il valore dell'essere donna in una società civile fatti di uomini e donne insieme, con reciproco rispetto.
Cristina Lambertini

Scritto da Cristina Lambertini in data 4 febbraio 2014 alle 13:48
sto con Laura Boldrini
La democrazia ha bisogno del rispetto:
delle istituzioni, dei luoghi, dei ruoli e soprattutto delle persone.
Dobbiamo continuare a lavorare con serietà nelle istituzioni e nei luoghi di discussione politica per uscire da questo momento così buio e per isolare questi atteggiamenti di una bassezza inaudita.
Io sto con Laura!

Scritto da Daniela Torri in data 4 febbraio 2014 alle 13:43
italiana
Vorrei poter guardare coloro che mi rappresentano con orgoglio e fiducia e non con vergogna.
Vorrei poter spiegare ai miei figli che la democrazia basata sul rispetto dell'altro è l'unica cifra possibile per la convivenza delle persone.
Vorrei poter affermare che in politica si media e si costruisce, insieme.


Scritto da Daniela Lanfredi in data 4 febbraio 2014 alle 13:27
Appello noi stiamo con Laura

Gentilissime,

firmo l'appello con grande convinzione.

Omar Olivieri
Assessore del Comune di Borgo Val di Taro

Scritto da Omar Olivieri in data 4 febbraio 2014 alle 13:09
E' facile colpire senza subire conseguenze.
Credo che si tratti di episodi intollerabili e che la lotta all'ignoran za, alla stupidità e a forme d'odio che diventa molto difficlie comprendere vada fatta in modo molto molto deciso.
Il permissivismo è una delle pecche che bisogna sistemare, così come il razzismo, l'intolleranza.
In fondo occorre ancora una volta combattere per la LIBERTA' ela DEMPCRAZIA. Facciamo molta attenzione anche ai modi in cui questa violenza viene proposta: dai blog sconsiderati, alla violenza verbale e fisica, ma anche al subdolo atteggiamneto di chi da una parte dice di non condividere, anche non dice neppure di ricusare (il nostro beneamato sindaco mi pare un buon esempio). Alla fine colpire bersagli deboli non porta gloria, ma da quanto si capisce un quarto degli Italiani non comprende la trappola tesa. Credo che questo sia il vero problema.

Scritto da giuliano in data 4 febbraio 2014 alle 12:56
Pure io sto con Laura
E' ora che queste persone, che hanno avuto un bricciolo d'istruzione, imparino le regole con cui ci si deve confrontare in politica. Sicuramente anche fra di loro ci saranno alcuni che si saranno quanto meno "leggermente" indignati di fronte a quanto accaduto. Bene, escano allo quantomeno allo scoperto e condannino pure loro il modo indegno con cui qualcuno si è espresso.

Scritto da Claudio Notari in data 4 febbraio 2014 alle 12:26
forza
Non cediamo alla violenza!C

Scritto da Massimina Cacciali in data 4 febbraio 2014 alle 11:42
Aderisco
Sottoscrivo anch'io.

Scritto da Andrea Zini in data 4 febbraio 2014 alle 11:41
prof.
dietro l'anonimato in rete si sfogano frustrati ed estremisti: credo sia arrivato il momento di sanzionare gli anonimi tecnicamente identificabilissimi.
Ricordo che Laura Boldrini ne aveva parlato già dopo i primi attacchi sessisti e vigliacchi;non so se da allora abbia attivato qualche iniziativa.

Scritto da dino levi in data 4 febbraio 2014 alle 11:40
NOI STIAMO CON LAURA
SOTTOSCRIZIONE

Scritto da maria lena in data 4 febbraio 2014 alle 11:33
Noi stiamo con Laura
Confermo e sottoscrivo l'appello.


Scritto da Graziella Serventi in data 4 febbraio 2014 alle 11:30
soggetto privato
E' pura intimidazione per cui ritengo giusto difenderci!!!!!!!!!

Scritto da Gisella Fontana in data 4 febbraio 2014 alle 11:06
commento
La pernacchia ambulante quale è Grillo produce solo quello di cui è capace

Scritto da Pietro Bonardi in data 4 febbraio 2014 alle 11:05
Noi stiamo con Laura
Condivido in pieno l'appello

Scritto da liliana superchi in data 4 febbraio 2014 alle 11:00
Noi Siamo con la Boldrini
Ormai tutto è stato detto, ma l'indignazione non passa con le parole. Questi personaggi non hanno limiti, ma, a mio avviso, non avremmo dovuto stupirci, fino ad ora hanno mostrato solo aspetti inquietanti, a dir poco!!

Scritto da Simona Tosini in data 4 febbraio 2014 alle 10:58
Prof.
Sono pienamente daccordo. Forse o certamente il fascismo e' iniziato cosi'.

Scritto da Riccardo Tedeschi in data 4 febbraio 2014 alle 10:49
Pensionata
Invito le donne, in particolare delle Istituzioni, a prendere più frequenti iniziative sui temi che ci premono da anni e che oggi sono...dimenticati.

Scritto da IVANA GONIZZI in data 4 febbraio 2014 alle 10:48
Sto con Laura
Credo che dobbiamo continuare a tenere alta la guardia. Ciò che accade non è degno di un paese civile. Basta con queste manifestazioni di odio e di disprezzo per le donne.

Scritto da Marisa Delindati in data 4 febbraio 2014 alle 10:43
Noi stiamo con Laura
Per dire basta alle discriminazioni contro le donne.

Scritto da Viviana Piccioni in data 4 febbraio 2014 alle 10:41
cosa dire!!!!
la situazione è insostenibile sopratutto perchè questo atteggiamento da ignoranti avviene da parlamentari, persone che per primi dovrebbero essere i paladini della democrazia.

Scritto da chiara in data 4 febbraio 2014 alle 10:40
irrilevante nel contesto
dei milioni di elettori M5S solo una infima minoranza ha levato la voce contro il vomitevole machismo esibito dal capo . Questo la dice lunga sulla cultura ed i valori umani della maggioranza dei grillinii (maschi e femmine) , e sul loro rapporto col loro duce.

Scritto da Marcello Acquarone in data 4 febbraio 2014 alle 10:40
cosa ci aspettiamo dai grillini
Purtroppo non è la prima volta che i grillini usano toni violenti e offensivi contro avversari politici (blodrini, napolitano) e culturali (augias, bignardi). Non a caso hanno sempre invitato ad aderire al loro movimento i neo fascisti di casa pound e forza nuova.
Ciò che mi meraviglia è l'insistere di una parte della sinistra a considerarli un possibile partner per intese politiche o di programma: con questi qui non si va da nessuna parte.

Scritto da cds in data 4 febbraio 2014 alle 10:38
solidarietà a laura boldrini
Sento il dovere come come uomo,che in passato è stato nelle istituzioni, di dare la mia solidarietà alla presidente della camera Laura Boldrini per gli atti di killeraggio mediatico alla quale è stata sottoposta la presidente della camera da dirigenti, militanti elettori del cinquestelle.Credo che l'ingiuriosa campagna posta in atto nei suoi confronti sia una grave manifestazione di fascismo inconsapevole, come giustamente sostiene Augias, sintomo di un imbarbarimento "istituzionale " che nulla a che vedere con il confronto dialettico e democratico.

Scritto da giuseppe massari in data 4 febbraio 2014 alle 10:37
signor
sono d'accordo

Scritto da bettati daniele in data 4 febbraio 2014 alle 10:03



Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna



Agenda Appuntamenti
« Marzo 2021 »
DoLu MaMe GiVe Sa
 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31


Inserisci il tuo indirizzo email nel campo sottostante e clicca il pulsante per procedere con l'iscrizione
Ricerca nel sito
»

feste 2013 salsomaggiore terme congresso 2013 elezioni regionali 2014 primarie citt? gruppo pd comune di parma pd congresso parlamentari città regione emilia-romagna gruppo elezioni europee 2014 elezioni feste città parlamentari pd parma primarie 2012 parlamentari pd di parma
 Partito Democratico Unione Prov.le di Parma - Via Treves, 2 - 43122 Parma - Tel. 0521.709411 - Fax. 0521.709488  - Privacy Policy

Il sito web di PD Parma non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto