PD

Il portale del Partito Democratico
della città di Parma

Per registrarti accedi alla sezione dedicata all'Albo degli elettori/elettrici del PD

Per iscriverti o rinnovare l'adesione al PD dell'Emilia-Romagna accedi alla sezione tesseramento

  Home |  Organismi dirigenti  |  Circoli  |  Eletti del PD  |  Giovani Democratici  |  Conferenza delle Donne  |  Link  |  Contatti  |
Feed RSS 
  martedi 12 dicembre 2017 Partito Democratico Parma
| Parlamentari PD di Parma | PD Comune di Parma | Regione Emilia-Romagna |
Punto nascita di BorgoTaro. Parlamentari Pd: “Incontro positivo, lavoriamo insieme per il mantenimento dei servizi in montagna”

3 agosto 2017

Pubblicato in: Articoli PD Parma

“Sosteniamo convintamente la richiesta presentata dalla Regione Emilia-Romagna per l’ottenimento di una deroga alla normativa nazionale per mantenere in funzione i sei punti nascita che per ragioni specifiche non hanno raggiunto il tetto annuo dei 500 nati, tra questi quello dell’ospedale di Borgo Val di Taro”.

Con queste parole una delegazione di parlamentari emiliani del Pd, alla quale hanno preso parte anche Giuseppe Romanini, Patrizia Maestri e Giorgio Pagliari, si è presentata all’incontro con il Sottosegretario Davide Faraone svoltosi ieri a Roma presso il Ministero della Salute. 

“Abbiamo espresso al sottosegretario le ragioni delle preoccupazioni espresse delle comunità locali per l’eventuale decisione di chiudere questi punti nascita che rappresentano un servizio essenziale per i residenti in particolare di quelle zone di montagna dove più forte è il rischio che sempre più presidi sanitari e non solo vengano meno” – hanno spiegato al termine dell’incontro – “Abbiamo insistito sulla specificità dei luoghi in cui operano queste strutture: la gran parte dei territori delle province occidentali dell’Emilia-Romagna è montuosa, anche se percentualmente è meno abitata. Chi abita sul crinale, se dovessero chiudere, i punti nascita dell'Appennino, dovrebbe impiegare oltre un’ora di macchina per raggiungere gli ospedali di città. Anche per salvaguardare queste specificità territoriali, la Regione Emilia-Romagna, nel chiedere la deroga, ha assicurato l’impegno a individuare soluzioni strutturali, organizzative e tecniche che garantiscano la massima sicurezza delle strutture ospedaliere, per le quali, tra l’altro, sono già previsti specifici investimenti”. 

“Il sottosegretario Faraone ha confermato massima disponibilità all’ascolto e al confronto con i territori. Le singole situazioni saranno oggetto di attenta valutazione, tanto che il Ministero, già a settembre si farà promotore di un confronto istituzionale con la Regione Emilia-Romagna con l’obiettivo di ricercare soluzioni il più possibile condivise. L’impegno del sottosegretario è positivo e ci consente, insieme alla Regione, al Sindaco di BorgoTaro e ai Sindaci dei Comuni che afferiscono all’ospedale ‘Santa Maria’ di continuare a lavorare per il mantenimento di un servizio sanitario importante per tutta la nostra montagna”.



TAGS:
parlamentari pd di parma | 

Bookmark and Share



SCRIVI UN COMMENTO [* campi obbligatori]
Nome *
Email
Titolo *
Messaggio *
Codice *
Scrivi il codice visualizzato in rosso



Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna



Agenda Appuntamenti
« Dicembre 2017 »
DoLu MaMe GiVe Sa
     1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31


Inserisci il tuo indirizzo email nel campo sottostante e clicca il pulsante per procedere con l'iscrizione
Ricerca nel sito
»

elezioni gruppo pd comune di parma elezioni politiche 2013 salsomaggiore gruppo congresso primarie parlamentari elezioni regionali 2014 regione emilia-romagna feste 2013 congresso 2013 città elezioni europee 2014 parlamentari pd di parma pd primarie 2012 città feste salsomaggiore terme
 Partito Democratico Unione Prov.le di Parma - Via Treves, 2 - 43122 Parma - Tel. 0521.709411 - Fax. 0521.709488  - Privacy Policy

Il sito web di PD Parma non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto