PD

Il portale del Partito Democratico
della cittÓ di Parma

Per registrarti accedi alla sezione dedicata all'Albo degli elettori/elettrici del PD

Per iscriverti o rinnovare l'adesione al PD dell'Emilia-Romagna accedi alla sezione tesseramento

  Home |  Organismi dirigenti  |  Circoli  |  Eletti del PD  |  Giovani Democratici  |  Conferenza delle Donne  |  Link  |  Contatti  |
Feed RSS 
  mercoledi 19 dicembre 2018 Partito Democratico Parma
| Elezioni politiche 2018 | Parlamentari PD di Parma | PD Comune di Parma | Regione Emilia-Romagna |
DOMANDE DI PIZZAROTTI AI CANDIDATI ALLE POLITICHE 2018 - Le risposte del Sen. Pagliari.

1 marzo 2018

Pubblicato in: Articoli G. Pagliari

1 - INFRASTRUTTURE:

1) L'area vasta ha bisogno di unità anche infrastrutturale, quindi della Stazione MedioPadana quanto dell'Aeroporto di Parma, la cui parziale conversione è indispensabile a tutta l'Emilia occidentale. Altrettanto, sono d’accordo sulla Pontremolese-Massese e sull'esigenza di re-instaurare maggiori fermate AV presso la stazione Parma, cose per le quali sono personalmente al lavoro non da oggi.

2 - SICUREZZA:

2) Il problema della sicurezza non si limita al numero di forze di Polizia. Sono stato più volte dal Ministro sul tema del rafforzamento dei contingenti su Parma, che è all'attenzione e che troverà risposta anche grazie alle 8433 assunzioni straordinarie nel quadro di rafforzamento nazionale, per il quale il Pd prevede 10mila ulteriori assunzioni. Nelle nostre città deve tornare a farsi sentire autorevolmente la presenza dello Stato e delle Istituzioni. Della propria responsabilità e della Legge nessuno deve pensare di poter farsi beffa.

3 - FEDERALISMO FISCALE:

3) Sono d'accordo, fermo restando il principio della solidarietà fiscale: non tutte le tasse o le risorse della Lombardia, solo ad esempio, possono rimanere a carico o a vantaggio della Lombardia perché il paese deve crescere in modo omogeneo ed equilibrato. Quanto al dialogo, credo si possa riconoscere che è mia prassi da sempre.

4 - AMBIENTE:                                

4) Il tema ambientale e del dissesto idrogeologico è stato nei primi posti dell'agenda di questa legislatura. Dovrà continuare ad esserlo, quale priorità vera. Tale è anche per Parma e Provincia. L'attenzione verso piccole imprese e mondo agricolo da parte nostra è stata costante, come lo è nel programma del Pd. L'azione dei parlamentari Pd locali si è vista e proseguirá di conseguenza. Nello specifico a cui si accenna, l'invaso per la raccolta delle acque è un problema da risolvere. C'è un dibattito che vede 3 diverse ipotesi in campo. Il tavolo presso il Ministero dell'Ambiente sarà fondamentale per arrivare ad una soluzione condivisa, unica strada per uscire dalla paralisi trentennale. Ritengo che questa debba mirare a due obiettivi: la raccolta delle acque e il contenimento delle piene. Vanno risistemati i bacini esistenti, come quello del lago Ballano e del lago Verde.

  5 - INCLUSIONE:                                            

5) In tema di diritti nessuno ha mai fatto più di quanto è stato realizzato dall'ultimo governo. Sono state approvate misure storiche, dalle leggi contro il caporalato e il femminicidio, alle leggi sul Reddito di inclusione, il Dopo di Noi e molto altro. Per chi non è autosufficiente, l’assistenza da parte dei collaboratori familiari non è un lusso ma una necessità esistenziale. Le politiche per la non autosufficienza devono diventare un diritto di cittadinanza. In quest’ottica, sulla terza età il programma prevede ora la riscrittura della disciplina dell'indennità di accompagnamento e il suo aumento fino al 100%. Quanto il potenziamento del progetto Sprar, uno dei punti più qualificanti dell'azione del Ministro Minniti, è già in programma.

6 - UNA PROPOSTA A VOSTRA SCELTA, CONCRETA CHE PENSATE POSSA ESSERE PRIORITARIA PER PARMA.

6) Proprio in chiave di apertura al mondo e alle sfide, la prosecuzione e il rafforzamento dell'Area Vasta Reggio-Parma-Piacenza, senza dimenticare Modena, assume importanza non solo locale. Una prospettiva decisiva per l'Emilia Occidentale, che in assenza di coesione rischia di non far fruttare i propri assets sul piano nazionale e mondiale. Le ragioni di questa cooperazione sono tantissime, a partire da quella turistica: si può costruire un progetto turistico-gastronomico-culturale secondo a nessuno. Il Festival Verdi di Parma può esserne il traino, raggiungendo i livelli di internazionalità che la fama del Maestro merita e agevola. È possibile e necessario costruire percorsi di collegamento europei, come indico da tempo.


TAGS:
elezioni politiche 2018  | 

Bookmark and Share





Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna



Agenda Appuntamenti
« Dicembre 2018 »
DoLu MaMe GiVe Sa
      1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31


Inserisci il tuo indirizzo email nel campo sottostante e clicca il pulsante per procedere con l'iscrizione
Ricerca nel sito
»

primarie 2012 citt? parlamentari gruppo parlamentari pd parma elezioni regionali 2014 feste 2013 parlamentari pd di parma gruppo pd comune di parma salsomaggiore terme elezioni citt├á primarie congresso cittÓ pd elezioni europee 2014 regione emilia-romagna feste congresso 2013
 Partito Democratico Unione Prov.le di Parma - Via Treves, 2 - 43122 Parma - Tel. 0521.709411 - Fax. 0521.709488  - Privacy Policy

Il sito web di PD Parma non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto