PD

Il portale del Partito Democratico
della cittÓ di Parma

Per registrarti accedi alla sezione dedicata all'Albo degli elettori/elettrici del PD

Per iscriverti o rinnovare l'adesione al PD dell'Emilia-Romagna accedi alla sezione tesseramento

  Home |  Organismi dirigenti  |  Circoli  |  Eletti del PD  |  Giovani Democratici  |  Conferenza delle Donne  |  Link  |  Contatti  |
Feed RSS 
  giovedi 19 aprile 2018 Partito Democratico Parma
| Elezioni politiche 2018 | Parlamentari PD di Parma | PD Comune di Parma | Regione Emilia-Romagna |
Resoconto Consiglio comunale di Parma del 26 marzo 2018

6 aprile 2018

Pubblicato in: Gruppo PD Comune PR

Interrogazioni
  • Lavagetto, Pezzuto ed Eramo su attività aperte al pubblico esercitate nella struttura di Borgo delle Colonne 28 (“BDC” – l’ex chiesa sconsacrata) e attività di controllo amministrativo sulla rispondenza alle normative di pubblici esercizi, esercizi privati e locali di pubblico spettacolo.
L’interrogazione mirava soprattutto a verificare le corrette modalità di utilizzo della struttura citata. Considerata infatti spazio espositivo e ad uso privato, in realtà in essa sono stati organizzati eventi aperti al pubblico con distribuzione di bevande e in assenza di servizi igienici per disabili, ad esempio durante gli eventi di Verdi Off. Gli interroganti volevano quindi sapere se il locale rispetta le norme previste per queste attività, se erano stati fatti i dovuti controlli e con quali esiti. La Giunta (vicesindaco Bosi), ha riconosciuto che il 16 novembre 2017 è stata comminata una sanzione perché nel corso di un evento venivano distribuite bevande con emissione di scontrini senza che ciò fosse autorizzato e ha ribadito le regole vigenti per i locali aperti al pubblico, compresi i servizi per disabili. Lavagetto ha sottolineato che la vicenda dimostra l’importanza di verificare il rispetto delle norme da parte delle strutture prima che in esse si svolgano eventi promossi dal Comune o da enti pubblici ad esso collegati (es. Fondazione Regio). Le regole devono valere per tutti.
  • Campanini su linea ferroviaria Brescia-Parma. L’interrogazione rilevava i continui disagi vissuti dagli utenti  (soppressione corse, ritardi, mancanza di posti sulle carrozze..) su una linea diventata in questi mesi di fondamentale importanza per chi proviene da Casalmaggiore, a causa della chiusura del ponte stradale sul Po; si chiedeva un deciso impegno della Giunta nei confronti di Trenord per sollecitare più corse e un servizio migliore (puntualità, spazi adeguati, decoro, ecc.).
La Giunta (assessora Benassi), ha riferito, in sostanza, dell’aumento dei numeri di corse, grazie all’impegno della Regione. Per il resto, nessun particolare impegno del Comune a favore delle centinaia di pendolari che, pur non essendo cittadini di Parma, contribuiscono alla sua ricchezza economica e culturale. Risposta, quindi, in buona parte deludente. Nulla anche sul tema - ovviamente meno urgente - delle potenzialità turistiche della linea (collegamenti con Colorno e il Po e con le ciclabili). Comunicazioni urgenti Campanini ha ricordato le vittime della strage di via Fani e il rapimento (e successivo assassinio) di Aldo Moro da parte delle Brigate Rosse, nel quarantennale (16 marzo 1978), esprimendo forte preoccupazione per le scritte (prima una svastica e poi “B.R.”) apparse sul monumento in via Fani e per l’eccesso di visibilità mediatica concesso in questo periodo ai terroristi ed ex. Delibere Modifiche ed integrazioni al Regolamento comunale per l’applicazione della Tari Alcune specifiche modifiche, tutto sommato accettabili. Abbiamo però chiesto di agevolare gli esercizi commerciali ubicati in posizione meno vantaggiosa. Ci siamo astenuti. Piano finanziario gestione rifiuti e Piano tariffario del Comune di Parma per il 2018 Tema molto ampio e complesso. Ci limitiamo ad alcune note. Fatto salvo il risultato positivo della quantità della differenziata, che si avvia all’80% (dato già noto e presente in altri Comuni parmensi) ma anche la difficoltà nella riduzione complessiva di rifiuti, abbiamo evidenziato una serie di elementi critici: la mancanza di una complessiva riduzione della tariffa (c’è solo un lieve calo per alcune situazioni), la mancata applicazione, finora, del sistema a corrispettivo (in cui si paga direttamente all’ente gestore a seconda della produzione di rifiuti e non al Comune che poi paga il gestore; inoltre le imprese possono scaricare l’IVA), nonostante l’approvazione, nello scorso Consiglio, di una mozione, presentata dal PD che chiedeva di compiere questa scelta; abbiamo verificato un ammanco di diversi milioni nella riscossione e chiesto il perché (si tratta di persone che non se lo possono permettere o di evasori?), senza avere una risposta esaustiva (pare però che una metà circa siano evasori “non poveri”). Abbiamo constatato tuttora una situazione negativa riguardo all’abbandono dei rifiuti e alle difficoltà di gestione nel centro storico. Abbiamo anche criticato il ricorso a IREN come sponsor di iniziative del Comune, visto che il Comune deve controllarne l’operato (e su questo abbiamo dovuto anche sentire una difesa d’ ufficio di Effetto Parma; che peraltro è intervenuta pochissimo, quando sino a pochi anni fa quello dei rifiuti era un tema fondamentale…). Sul termovalorizzatore, abbiamo rilevato che il suo funzionamento ottimale è legato ormai in gran parte allo smaltimento dei rifiuti di Reggio; abbiamo ascoltato ancora accenni alla necessità di “affamarlo”…, ma nessun particolare problema...(come sembrano lontani i tempi del GCR e delle sfuriate di Grillo a Parma...) . Il nostro voto è stato negativo. Realizzazione di un nuovo reparto di radioterapia in ampliamento al poliambulatorio Dalla Rosa Prati in via Emilia Ovest – deroga alle prescrizioni urbanistiche ed approvazione progetto unitario La deroga consiste nella possibilità di realizzare una nuova struttura interrata sotto al parcheggio a fianco dell’attuale Poliambulatorio, quindi con utilizzo di suolo pubblico. E’ stata motivata dalla Giunta, peraltro in modo a nostro avviso poco approfondito, con l’esistenza di un interesse pubblico, dando l’idea che questo nuovo servizio andasse in qualche modo a colmare una carenza e che l’Azienda ospedaliera fosse, in sostanza, favorevole. Abbiamo manifestato forte perplessità sia sulla cogenza del concetto di “interesse pubblico”, trattandosi di un’impresa comunque privata, e richiesto l’acquisizione di un parere legale con conseguente rinvio della delibera. La delibera è invece stata messa ai voti lo stesso e approvata col voto favorevole di Effetto Parma e Lega. Astensione nostra e degli altri due gruppi di minoranza. Aggiungiamo che, due giorni dopo, il Poliambulatorio ha scritto una breve lettera alla Gazzetta in cui precisa che non c’è nessuna convenzione con l’Azienda Ospedaliera: tale fatto ci ha convinto ancora di più della necessità di una maggiore chiarezza sull’intera vicenda e per questo motivo abbiamo presentato un’ interrogazione. Variazioni al bilancio di previsione finanziario 2018-2020. La variazione (650.000 euro) è stata proposta per consentire l’assunzione di sei dirigenti (tre a tempo indeterminato e tre a tempo determinato) e l’introito deriva da un incremento dell’entrata relativa all’addizionale Irpef, recentemente appurata dall’amministrazione… Abbiamo manifestato sconcerto per una variazione di bilancio a solo un mese dall’approvazione del bilancio di previsione 2018 (28 febbraio) e sul fatto che siano stati trovati fondi, per prima cosa, per figure dirigenziali e non per altre urgenze di carattere sociale o per incrementare altri settori del personale; peraltro le spiegazioni circa i ruoli che i nuovi dirigenti andranno a ricoprire sono state piuttosto vaghe. Abbiamo votato contro. Modifiche al regolamento per la concessione di patrocini, contributi ecc. : è stata introdotta la possibilità del patrocinio del Comune anche alle organizzazione sindacali per le manifestazioni del 25 aprile, 1° maggio e 2 giugno. Abbiamo votato a favore. Convenzione per la gestione associata tra gli Enti locali del Distretto di Parma di competenze, ufficio, servizi ed interventi, per l’attuazione di politiche in campo sociale e socio-sanitario ed il funzionamento dell’Ufficio di Piano e del Servizio Assistenza Anziani – anni 2018-2019-2020. Abbiamo votato a favore.


TAGS:
gruppo pd comune di parma | 

Bookmark and Share



SCRIVI UN COMMENTO [* campi obbligatori]
Nome *
Email
Titolo *
Messaggio *
Codice *
Scrivi il codice visualizzato in rosso



Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna



Agenda Appuntamenti
« Aprile 2018 »
DoLu MaMe GiVe Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30


Inserisci il tuo indirizzo email nel campo sottostante e clicca il pulsante per procedere con l'iscrizione
Ricerca nel sito
»

primarie 2012 gruppo pd comune di parma elezioni regionali 2014 congresso regione emilia-romagna elezioni politiche 2013 gruppo feste 2013 primarie elezioni europee 2014 cittÓ elezioni parlamentari pd di parma parlamentari feste pd congresso 2013 citt├á parlamentari pd parma salsomaggiore terme
 Partito Democratico Unione Prov.le di Parma - Via Treves, 2 - 43122 Parma - Tel. 0521.709411 - Fax. 0521.709488  - Privacy Policy

Il sito web di PD Parma non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto