PD

Il portale del Partito Democratico
della cittÓ di Parma

Per registrarti accedi alla sezione dedicata all'Albo degli elettori/elettrici del PD

Per iscriverti o rinnovare l'adesione al PD dell'Emilia-Romagna accedi alla sezione tesseramento

  Home |  Organismi dirigenti  |  Circoli  |  Eletti del PD  |  Link  |  Contatti  |  Trasparenza  |
Feed RSS 
  venerdi 18 settembre 2020 Partito Democratico Parma
| Elezioni politiche 2018 | Parlamentari PD di Parma | PD Comune di Parma | Regione Emilia-Romagna |
Resoconto consiglio comunale del 15 giugno 2020

18 agosto 2020

Pubblicato in: Gruppo PD Comune PR

Nostre interrogazioni

Sandro Campanini sullo stato di attuazione dei progetti del bilancio partecipativo 2019-21. L’interrogazione intendeva fare il punto su questa iniziativa, che presenta alcuni aspetti positivi ma anche diverse criticità (ad esempio il grande impegno richiesto ai cittadini anche per opere che il Comune potrebbe fare direttamente e il sistema di scelta solo on line che esclude molte persone). L’assessora Paci ha risposto – in sintesi - che si sono riuniti i vari tavoli tecnici e che attualmente 4 progetti su 13 sono a buon punto (San Leonardo, Golese, San Pancrazio e Vigatto), altri sono in gestazione e per altri ci saranno tempi più lunghi. Ora, pur comprendendo il periodo COVID, siamo a metà del 2020…. Vale la pena imbastire un processo così complicato per risultati e tempistiche di questo tipo? Siamo sostenitori dei processi partecipativi, ma c’è da verificare seriamente questa esperienza. 

Caterina Bonetti sull’uso dei campetti da calcetto vicini alla sede EFSA e alla nuova piscina (ancora chiusa), che sono chiusi al pubblico ma che in realtà vengono utilizzati lo stesso da gruppi di ragazzi; con corollario di bottigliette e rifiuti vari anche a causa dell’assenza di cestini.

La gestione dei campetti – ha detto il vicesindaco Bosi –  è collegata a quella della nuova piscina che non è ancora aperta in quanto erano necessari lavori di ampliamento degli spogliatoi per portare a 60 il numero di utenti e rendere quindi sostenibili le spese (in passato i bandi erano andati deserti per questo motivo). A seguito dell’ultimo bando di gara del Comune (2018), la piscina e i campetti sono stati affidati alla società Nuova Sportiva di Ferrara (unico offerente), che eseguirà i lavori necessari. Bonetti ha sottolineato la necessità di garantire spazi di sport e gioco libero all’aperto nel quartiere Pablo/viale Piacenza, anche per evitare l’uso improprio di altri ambienti (ancora è vivo il ricordo dei ragazzini che giocavano a pallone sul sagrato di Santa Maria della Pace…). Un commento finale: la piscina fu conclusa nel 2013, forse nel 2020 aprirà.

Daria Jacopozzi sulle frequenti chiusure del parco Cittadella a causa del vento, con grandi disagi per le nuove attività dell’ex Ostello e di tutti i frequentatori. L’assessore Alinovi ha risposto che il sensore di rilevazione è nuovissimo;  gli è stato chiesto di verificare il limite molto basso di rischio (con 25 km/h si chiude…). Sembra almeno che siano previste potature più frequenti e quindi meno rischi. Abbiamo inoltre chiesto più rispetto per la Cittadella luogo prezioso della città (cfr. anche comunicazione seguente).  Nessun bagno pubblico…  Secondo l'assessore basta quello interno all'ex Ostello...sarà cosi?

Nostre Comunicazioni

Jacopozzi ha sottolineato come sia contraddittoria tanta enfasi data dal Comune all’essere la “prima città italiana ad aprire il luna park” (Ass. Casa), in Cittadella, mentre rimangono chiusi i centri diurni ed estivi per disabili ed anziani, su cui occorreva e occorre una forte accelerazione. Nulla di personale contro gli esercenti del luna park, che fanno il loro lavoro e installano le attrazioni nello spazio che il Comune concede; il tema è se fosse opportuno intensificare l’aggregazione (e di tipo commerciale) in un’area appena riaperta dopo mesi e giustamente già molto frequentata come spazio libero e vivibile. Della questione, inoltre, non si è discusso in Commissione né in Consiglio. Nel rispondere, il Ssindaco ha detto che si tratta semplicemente della concessione di un permesso  e ha giustificato il ritardo nell’apertura dei centri diurni con la complessità delle procedure. Irricevibile l’accusa rivolta alla consigliera Jacopozzi di fare “benaltrismo” .

Campanini sulla situazione del carcere di Parma. Intanto un ringraziamento a tutti coloro che, a qualsiasi titolo, professionale o volontario, hanno operato dentro e a fianco del carcere nel periodo della pandemia: altri istituti hanno avuto rivolte. Preoccupazione per l’arrivo, che sembra ormai imminente, di altri 200 detenuti nel nuovo padiglione, con quel che comporta in termini di difficoltà di gestione, assistenza sanitaria, progetti di inserimento lavorativo e problemi connessi in rapporto alla città. In più, ancora il carcere non ha ancora un direttore stabile, di cui invece necessita per l’ampiezza e la tipologia di detenuti. Occorre tentare fino all’ultimo di chiedere almeno un numero di detenuti inferiore a quello previsto e un rafforzamento degli organici. 

Bonetti su due casi di “morte per solitudine” negli scorsi giorni a Parma. La pandemia e il venir meno di luoghi di socialità ha purtroppo aumentato la solitudine di diverse persone e la stagione estiva può ulteriormente aggravare la situazione. E’ richiesta un’attenzione e un  impegno di tutti, dall’amministrazione, alle associazioni e gruppi, alle singole persone.

Lorenzo Lavagetto sui lavori del Consiglio comunale: bene la convocazione di questa seduta anche senza atti deliberativi, ma da novembre a oggi sono poche le delibere importanti giunte in Consiglio e scarso il coinvolgimento del Consiglio in molte decisioni assunte dalla Giunta. Il Consiglio deve poter maggiormente discutere le scelte dell’Amministrazione, nell’interesse dei cittadini parmigiani.

Mozioni

Approvata all’unanimità una nostra mozione che impegna la Giunta a sollecitare il gestore della raccolta dei rifiuti (IREN) a un ulteriore impegno per evitare la presenza di rifiuti abbandonati: in particolare, aumentando l’informazione ai cittadini sulle modalità di segnalazione (telefono, e-mail, app); con una mappatura dei punti di abbandono ricorrenti, in modo da intervenire quando i mezzi sono già nella stessa zona (evitando così continui spostamenti); facendo sì che lo “spazzino di quartiere” (figura ancora poco riconoscibile) diventi un intermediario tra  cittadini e IREN anche per questo aspetto; monitorando alcune aree sia in centro che periferiche particolarmente colpite dal fenomeno degli abbandoni di rifiuti.  

Approvata (voto contrario della sola Lega) anche una mozione a firma della consigliera Roberti (gruppo misto) che chiede la fine dell’embargo USA nei confronti di Cuba.


TAGS:
gruppo pd comune di parma | 

Bookmark and Share





Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna



Agenda Appuntamenti
« Settembre 2020 »
DoLu MaMe GiVe Sa
  1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30


Inserisci il tuo indirizzo email nel campo sottostante e clicca il pulsante per procedere con l'iscrizione
Ricerca nel sito
»

regione emilia-romagna congresso 2013 feste 2013 gruppo pd comune di parma citt? parlamentari pd parma gruppo citt├á elezioni regionali 2014 pd elezioni europee 2014 congresso parlamentari pd di parma feste parlamentari primarie 2012 primarie cittÓ salsomaggiore terme elezioni
 Partito Democratico Unione Prov.le di Parma - Via Treves, 2 - 43122 Parma - Tel. 0521.709411 - Fax. 0521.709488  - Privacy Policy

Il sito web di PD Parma non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto