PD

Il portale del Partito Democratico
della cittÓ di Parma

Per registrarti accedi alla sezione dedicata all'Albo degli elettori/elettrici del PD

Per iscriverti o rinnovare l'adesione al PD dell'Emilia-Romagna accedi alla sezione tesseramento

  Home |  Organismi dirigenti  |  Circoli  |  Eletti del PD  |  Link  |  Contatti  |  Trasparenza  |
Feed RSS 
  venerdi 23 agosto 2019 Partito Democratico Parma
| Elezioni politiche 2018 | Parlamentari PD di Parma | PD Comune di Parma | Regione Emilia-Romagna |
18 luglio 2019: Resoconto dell'Assemblea Nazionale del 13 luglio



Care iscritte e cari iscritti PD, dopo avere partecipato alla seconda Assemblea Nazionale del PD svoltasi a Roma sabato 13 luglio, desideriamo raccontare brevemente ciò che è avvenuto. L’Assemblea è iniziata in tarda mattinata con l’Inno alla Gioia (inno dell’Unione Europea) e con l’Inno Nazionale che tutti abbiamo cantato in piedi. Si tratta di gesti simbolici che però hanno un grande significato e che ogni volta emozionano. Nonostante la data estiva la presenza è stata buona e il clima positivo. Questi i punti all’ordine del giorno:
  1. Avvio della Costituente delle idee
  2. Istituzione della Commissione Riforma dello Statuto e del Partito
  3. Varie ed eventuali
Il presidente Gentiloni ha aperto i lavori dando subito la parola al Segretario Nazionale che ha svolto un’ampia e ricca relazione che trovate sintetizzata nel sito del PD nazionale www.partitodemocratico.it . Sottolineiamo solo alcuni punti che ci sono parsi particolarmente significativi:

-          continuiamo a fare una dura opposizione a questo Governo (e ringraziamo i gruppi parlamentari per l’impegno che ci stanno mettendo) ma non possiamo fermarci lì. Non possiamo farci dettare l’agenda da altri ma dobbiamo battere sui nostri temi e sulle nostre proposte
-          le nostre proposte devono avere al centro alcuni temi fondamentali quali, ad esempio, l’emergenza formazione, il lavoro, la sburocratizzazione per promuovere l’impresa e facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, giù le tasse sui salari a partire da quelli più bassi; impegno massiccio sulla sostenibilità ambientale e sulla green economy, difesa e rafforzamento del diritto alla salute e del nostro sistema sanitario pubblico e universalistico; abrogazione della Bossi Fini per impostare diversamente e insieme all’Europa il tema immigrazione; grande impegno per fermare le guerre in Africa e chiudere i campi di detenzione in Libia.
-          per fare tutto questo è necessario cambiare profondamente il partito superando il meccanismo dei gruppi di potere interni che si collocano da una parte o dall’altra a prescindere dalle idee. È necessario ripensare lo Statuto e aprirsi il più possibile all’esterno riattivando relazioni e valorizzando competenze. No al partito del leader: tutti insieme dobbiamo collaborare al rinnovamento usando il ricco pluralismo interno per progettare il futuro e non per litigare sul passato - 

A questo fine
  • si apre la Costituente delle idee che vede una piattaforma digitale a cui tutti possiamo accedere www.costituentedelleidee.it  ma deve vedere anche l’impegno nei territori a organizzare momenti di ascolto ed elaborazione di idee con il contributo di chiunque voglia collaborare a costruire l’ALTERNATIVA a questa destra pericolosa.   
  • si costituisce la Commissione per la riforma dello Statuto e del Partito guidata da Maurizio Martina e composta da altri 15 componenti che potete leggere sul sito Pd. La Commissione dovrebbe concludere i suoi lavori entro novembre e forse in dicembre l’Assemblea verrà riconvocata per votare le proposte elaborate
  • si implementa la dimensione “digitale” del partito con l’incarico affidato a Francesco Boccia
  • si organizzerà una convention a Bologna dall’8 al 10 novembre dove si dovrebbe approvare  il “Piano per l’Italia”.
Accolto da una vera a propria ovazione, dopo la relazione di Zingaretti, è arrivato David Sassoli, neo- Presidente del Parlamento Europeo. Ha fatto un discorso breve ma molto intenso e davvero emozionante. Ha richiamato alla nostra responsabilità in un mondo pieno di ingiustizie e di assenza di pudore che si trasforma in bestemmia contro i deboli e chi li aiuta. Noi europei dobbiamo essere orgogliosi della nostra identità e non dobbiamo avere paura di relazionarci con gli interlocutori più diversi: non importa da dove vengono, l’importante è che vogliamo andare verso la stessa meta. l’Europa ha bisogno però di discontinuità con il passato anche per dare speranza ai tanti giovani che hanno deciso di partecipare con il loro voto: erano il 28% nel 2014, sono stati il 50% nel 2019.

È intervenuto poi Martina per presentare la Commissione sullo Statuto assicurando che nulla è già deciso e che tutto si discuterà. Ha suggerito la lettura della seguente ricerca: AAVV, Popolo chi? Classi popolari, periferie e politica in Italia, ed.Diesse Il dibattito è stato molto ricco e purtroppo ben 22 iscritti non hanno potuto parlare per mancanza di tempo.  Segnaliamo solo che diversi interventi hanno insistito sul tema della sostenibilità sia ambientale che economica e sociale. Molto applaudito l’intervento di un ragazzo dei Giovani Democratici di Milano che fa volontariato con gli immigrati e che ha sottolineato come investire in inclusione sia l’unica garanzia di sicurezza e che accogliere non è una cosa da “buoni” ma una cosa da “lungimiranti”.

Abbiamo anche approvato i due Vicesegretari (Paola de Micheli e Andrea Orlando) e votato il Collegio Sindacale. Debora Serracchiani, rispetto ad alcuni odg presentati, ha dichiarato che è stato istituito un “tavolo” per affrontare la questione dei dipendenti del PD nazionale in cassa integrazione e che si ragionerà con il tesoriere sulla possibilità di devolvere ai territori parte della quota del 2xmille assegnata al PD. Partecipare all’Assemblea Nazionale è una esperienza un po’ faticosa e dispendiosa ma molto arricchente. Speriamo in qualche miglioramento sul piano organizzativo perché le prossime volte possiamo arrivare a Roma preparati sugli argomenti da discutere, messi nelle condizioni di intervenire e di decidere effettivamente qualcosa. Speriamo che anche sull’utilizzo della piattaforma www.costituentedelleidee.it giungano informazioni precise sul modo migliore di utilizzarla e su come verranno gestiti i contenuti da Roma.

Naturalmente siamo disponibili a incontrare i Circoli che volessero discutere in modo approfondito i contenuti affrontati in Assemblea Nazionale.

Grazie a tutti per l’attenzione! Guglielmo Agolino, Francesco de Vanna, Barbara Lori, Carla Mantelli


Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna



Agenda Appuntamenti
« Agosto 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
    1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31


Inserisci il tuo indirizzo email nel campo sottostante e clicca il pulsante per procedere con l'iscrizione
Ricerca nel sito
»

elezioni europee 2014 primarie 2012 gruppo parlamentari pd parma cittÓ feste citt? congresso 2013 pd primarie regione emilia-romagna gruppo pd comune di parma elezioni congresso feste 2013 parlamentari citt├á parlamentari pd di parma elezioni regionali 2014 salsomaggiore terme
 Partito Democratico Unione Prov.le di Parma - Via Treves, 2 - 43122 Parma - Tel. 0521.709411 - Fax. 0521.709488  - Privacy Policy

Il sito web di PD Parma non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto